Friggitrice ad aria calda: come funziona e come sceglierla

La friggitrice ad aria calda, anche comunemente chiamata friggitrice senza olio o friggitrice ad aria, consente la cottura degli alimenti sfruttando alte temperature per ottenere dei risultati molto simile alla frittura tradizionale ma senza l’utilizzo di olio, ottenendo quindi cibi più salutari ma senza rinunciare al gusto e croccantezza del fritto.

In questo articolo analizzeremo nel dettaglio la friggitrice ad aria come funziona e vi daremo consigli sull’acquisto sull’uso. L’articolo sarà molto tecnico; se siete interessati solo all’aspetto della salute o all’acquisto, vi rimandiamo ai nostri articoli dedicati che troverete in fondo alla pagina.

Come funziona

Premettiamo che la frittura tradizione non è tale grazie all’olio, ma bensì grazie alle alte temperature che raggiungono gli alimenti; la “frittura” avviene solo per via del calore che ricopre il cibo.
Nella frittura tradizionale l’olio serve solo da convettore per il calore, in quanto ha una temperatura di ebollizione molto alta (circa 300 °C) ed è quindi un fluido “comodo” per poter irradiare il calore ai cibi.

Tipico aspetto delle friggitrici ad aria calda

Ciò che rende “fritti” gli alimenti è la cosiddetta reazione di Maillard. Tale reazione chimica avviene durante la cottura di cibi ricchi di zuccheri e proteine ad alte temperature (superiori a 120 °C). I composti che si formano durante questa reazione hanno il classico colore e sapore di “abbrustolito”, tipico del pane appena sfornato e, appunto, dei cibi fritti.

Durante la frittura in olio il calore viene trasferito attraverso l’olio alla superficie degli alimenti scatenando la reazione di Maillard. Nelle friggitrici ad aria calda invece è l’aria il convettore di calore, non l’olio. Il calore viene generato da una resistenza e l’aria viene fatta circolare ad alta velocità grazie ad una ventola all’interno degli apparecchi.

In questo modo l’effetto è, tecnicamente, uguale a quello della frittura tradizionale: la superficie degli alimenti viene riscaldata fino 180-200 °C e su tale superficie avviene la reazione di Maillard che “frigge” il cibo.

Ma la friggitrice ad aria funziona davvero? Sì, se utilizzata correttamente i risultati sono ottimi e può essere una valida alternativa per un’alimentazione più sana senza rinunciare al gusto dei vostri cibi fritti preferiti.
Vediamo i pro e contro della friggitrice ad aria:

Pro

✔️ Cibi più salutari

In genere la frittura ad aria calda risulta più salutare rispetto a quella tradizionale grazie alla possibilità di poter friggere senza olio. Su questo punto vi rimandiamo al nostro articolo dedicato ai vantaggi (e svantaggi) della frittura senza olio sulla nostra salute.

✔️ Veloce e semplice

Rispetto ad altre cotture (come quelle in forno tradizionale) la friggitrice ad aria calda riesce a cuocere la maggior parte delle ricette in 15-20 minuti e necessità di un pre-riscaldamento di soli 2-3 minuti. È inoltre molto semplice e intuitiva, e può essere comodamente lavata in lavastoviglie.

✔️ Sicura

La frittura tradizionale in olio può essere pericolosa, per gli schizzi di olio bollente e il rischio che l’olio prenda fuoco. La friggitrice ad aria calda risulta invece molto più sicura e non si ha il problema dello smaltimento dell’olio di frittura.

✔️ Costi contenuti

Per un modello base possono essere già sufficienti 50€, seppur esistano modelli anche molto più costosi.

Contro

❌ Il cibo è comunque fritto.

Seppure gli alimenti contengano molto meno olio rispetto alla frittura tradizionale, i cibi cucinati con la friggitrice ad aria calda sono comunque cotti ad alte temperature (180-200 °C) con il rischio di produzione di composti dannosi per la salute.

❌ Ingombro e spazio interno

Le friggitrici ad aria hanno tipicamente una forma “a uovo”

Le dimensioni delle friggitrici ad aria sono generalmente molto generose e spesso hanno una forma “a uovo” che di certo non aiuta nel riporre e conservare l’apparecchio. Questo aspetto è da valutare bene nel caso abbiate poco spazio.

Generalmente anche lo spazio interno del cestello di cottura non è molto grande. Dal momento che gli alimenti devono essere distanziati più possibile tra loro durante la cottura, non sarà possibile cuocere grandi portate per volta, se non puntando a modelli grandi e costosi con più spazio interno o accessori per cuocere su più livelli.

❌ Rischio di bruciare i cibi

Le temperature all’interno del cestello di cottura raggiungono temperature fino a 200 °C e se non si sta molti attenti si può rischiare di bruciare i cibi, complice anche l’assenza di finestre per controllare lo stato di cottura.

Come scegliere la friggitrice ad aria

In commercio sono ormai presenti moltissimi modelli con caratteristiche diverse, non bisogna valutare solo il prezzo e il marchio. Generalmente i primi parametri da controllare durante l’acquisto di una friggitrice senza olio sono:

  • Dimensioni: valutate attentamente le dimensioni perché alcuni modello possono essere molto ingombranti
  • Dimensioni del cestello interno: se dovrete cucinare per tutta la famiglia, un piccolo cestello da un litro potrebbe non bastarvi e dovrete puntare a modelli più capienti.
  • Temperatura massima: assicuratevi che sia almeno 200°C.
  • Tempi di riscaldamento: controllate che, per comodità, il modello scelto sia abbastanza potente da potersi pre-riscaldare in 3-4 minuti
  • Timer: controllate che sia presente il timer, molto comodo per scongiurare il rischio di bruciare il cibo
  • Accessori – Alcune friggitrici hanno accessori opzionali come cestelli aggiuntivi o pale per mescolare il cibo durante la cottura.

Conclusioni

Consigliamo fortemente la friggitrice ad aria calda in sostituzione alla frittura tradizionale in olio, per cucinare in maniera più sana e, perché no, più comoda.

Se state valutando l’acquisto di una friggitrice ad aria calda o se state cercando maggiori informazioni riguardo ai benefici sulla salute della frittura senza olio, vi consigliamo la lettura dei nostri due articoli dedicati:

Un commento su “Friggitrice ad aria calda: come funziona e come sceglierla”

Lascia un commento